SALDE RADICI CON SAN LEONARDO MURIALDO

ENGIM Piemonte affonda le proprie radici nella lunga storia che ha avuto inizio al Collegio Artigianelli di Torino, nella seconda metà dell’800, dove San Leonardo Murialdo e i suoi collaboratori accoglievano, educavano ed istruivano i giovani “specialmente poveri, orfani e abbandonati” attraverso la preparazione e la formazione al lavoro, nella ferma convinzione che possedere una professione ed un lavoro era condizione essenziale per garantire loro dignità e sicurezza per il futuro.

L’esperienza educativa e formativa del Collegio Artigianelli ha trovato continuità ed espansione attraverso le molteplici attività ed opere promosse dalla Congregazione di San Giuseppe e ancora oggi in ENGIM ritroviamo le caratteristiche dell’educare secondo la tradizione che dal Murialdo è giunta fino a noi: lo spirito di famiglia, l’affabilità nel tratto, la pazienza, la centralità del ragazzo, la fiducia nelle sue capacità, l’ascolto e il dialogo educativo, l’essere comunità educativa oltre il ruolo specifico di ciascuno, perché solo così si può, come diceva il Murialdo – “fare il bene e farlo bene”.

PER APPROFONDIRE: SALDE RADICI CON SAN LEONARDO MURIALDO

Ecco qui le tappe principali della nostra storia.

LA STORIA DI ENGIM PIEMONTE

ENGIM IN PIEMONTE: LE SEDI FORMATIVE E DI ORIENTAMENTO

ENGIM Piemonte ha iniziato la sua attività nel 1979 a Nichelino; Don Paolo Gariglio, parroco della Parrocchia S.S. Trinità, avviò una collaborazione con la Congregazione dei Giuseppini del Murialdo per aprire un centro di formazione professionale. L’incontro tra formazione e realtà parrocchiale si caratterizzò, negli anni successivi, per una profonda attenzione verso gli aspetti educativi, di formazione sociale e cristiana.

In seguito, nel 1981, proseguendo le attività dell’Istituto Murialdo, viene aperta la sede formativa di Pinerolo con corsi di qualifica biennale regionale nei comparti meccanico ed elettrico (con ben 75 allievi al 1° anno). A metà anni ’80 ENGIM Piemonte ha ampliato la propria offerta formativa con corsi nell’artigianato (falegnameria) e poi con le qualifiche nei comparti servizi alla distribuzione commerciale ed elettronico. Fin dai primi anni ha sempre accolto, nei corsi di formazione iniziale, allievi con disabilità.

I centri si ampliano dunque per numero di corsi e per settori di formazione, adattandosi alle nuove esigenze della società e del lavoro, sempre in rapida evoluzione. Parallelamente a tale crescita, anche la popolazione studentesca aumenta via via i propri numeri in termini di adesioni ed allievi iscritti.

Dagli anni ’90 ENGIM ha sviluppato attività nell’ambito della lotta al disagio giovanile e alla dispersione scolastica, tramite corsi in alternanza scuola-lavoro di “Preparazione al lavoro”, “Introduzione ai processi produttivi” (dal 2004 con il Diritto Dovere provinciale), fino agli ultimi nati “Laboratorio scuola-formazione”. In tutti i corsi è sempre stato marcato l’indirizzo professionalizzante.

ENGIM Artigianelli è la prima sede aperta in Torino (1996). Ad oggi si possono contare ogni giorno circa 600 allievi nelle aule, 100 imprese e sedi stage dell’area metropolitana con cui interfacciarsi, e circa 300 ore di formazione per giovani e adulti erogate ogni giorno.

Nel 2011, ENGIM Piemonte acquisisce la storica sede San Luca a Torino, nel quartiere operaio “Mirafiori”. Anch’essa fondata da don Paolo Gariglio nel 1977 e per molti anni gestita da IAL, la sede si è specializzata negli anni nei  settori ristorativo ed estetico ed eroga, in questi ambiti, percorsi formativi per adulti e per ragazzi in obbligo d’istruzione.

A seguire nel 2013 entrano a far parte dell’ente le sedi Val Chisone  (ora chiusa) e Bonafous Chieri

La sede di Chieri si trova all’interno dello storico Istituto Bonafous, di proprietà della Città di Torino. Un magnifico comprensorio tra le colline torinesi, di circa 350.000 mq, composto da diversi fabbricati scolastici (aule, laboratori) e pertinenze (serre, vivai, vigneto, frutteto) dove trovano collocazione, in primis l’Azienda Agraria della Città di Torino, e poi la Cantina Sperimentale dell’Università di Torino, l’IST (scuola internazionale) l’IIS Vittone e appunto l’ENGIM.

Davanti all’ingresso dell’ENGIM Chieri è ancora presente il busto in pietra di Giuseppe Ratti che fu il fondatore, nel dopoguerra, della prima “Scuola per giardinieri” della Città di Torino. La scuola passò poi al Consorzio CSEA, mentre oggi ne continua tradizione ed attività l’ENGIM, nell’ottica di rilanciare la tradizione e la vocazione formativa della scuola ad indirizzo agro-forestale.

Nel 2015 ENGIM Piemonte avvia a Sommariva del Bosco, in provincia di Cuneo, un’ulteriore sede, in una città dove i padri Giuseppini del Murialdo sono presenti e attivi fin dal 1939. Su invito della Congregazione ENGIM ha accreditato una propria sede per la formazione professionale ed ha promosso i primi corsi di formazione in ambito forestale.

A fine 2020 in collaborazione con la Città di Carmagnola e la cooperativa ORSO hanno preso il via le attività formative e di orientamento nella nuova sede di Carmagnola (TO).  

Oltre alle sedi formative ENGIM Piemonte annovera, dal 2005, una "Sede Internazionale"  che, in collaborazione con l’ENGIM ONG  di Roma, promuove e gestisce progetti di cooperazione allo sviluppo nel mondo, programmi di mobilità internazionale, iniziative di sensibilizzazione ed educazione allo sviluppo. L'ENGIM è membro del COP, il Consorzio delle ONG piemontesi, nonché della FOCSIV, la Federazione degli Organismi Cristiani di Servizio Internazionale Volontario. Aderisce inoltre all'Associazione delle ONG italiane e a Concord Italia, la Piattaforma delle ONG italiane in Europa.

Attualmente quindi fanno parte di ENGIM Piemonte 7 sedi operative, più una sede di coordinamento regionale e una di cooperazione internazionale,  che progettano e realizzano attività di formazione e di orientamento professionale finanziate dalla Regione Piemonte, dalla Città Metropolitana di Torino, dal Ministero del Lavoro, dal Fondo Sociale Europeo.

I SAL ENGIM PIEMONTE

Nel 2012 ENGIM Piemonte ottiene l’accreditamento per i “Servizi al lavoro” al fine di partecipare alle misure di politica attiva per il lavoro previste dai bandi regionali e apre a Moncalieri, Torino e Pinerolo tre sportelli dedicati per offrire un servizio di qualità sul territorio, sia per le persone in cerca di occupazione o che vogliono migliorare la propria posizione lavorativa, che per le imprese dando loro supporto rispetto ai fabbisogni legati alla formazione, inserimento e gestione delle risorse umane. Nel 2018 accredita una sede SAL in provincia di Cuneo, a Sommariva Bosco.

In questo ambito ENGIM Piemonte può contare sul profondo radicamento nel tessuto territoriale, sulla conoscenza del mercato del lavoro specifico, sul rapporto con le istituzioni locali, sulla decennale esperienza nel formare le competenze per il lavoro e sulla propria rete di imprese. 

CORSI E ATTIVITÁ

Attraverso questa storia, lunga 40 anni, ENGIM Piemonte si è collocato tra le realtà più significative della formazione professionale. Innanzitutto attraverso i corsi di Obbligo d’Istruzione, che fin dall’inizio ne hanno caratterizzato l’impegno, al punto da renderlo uno degli enti più importanti per volume di corsi e di iscritti nell’area della Città Metropolitana di Torino.

Poi, a partire dal 1983, con le attività formative a valere sul Bando Mercato del Lavororivolto a giovani e adulti disoccupati, in specifico con le qualifiche annuali di specializzazione in ambito automazione industriale (sistema automatici a PLC e centri di lavoro a CNC), presenti ancora oggi e rivisitate in molteplici durate, indirizzi e con edizioni per stranieri. Successivamente gli ambiti si sono ampliati coprendo i sistemi informativi, il CAD nei vari indirizzi, gli ambiti dell’ITC (tecnici di reti, sicurezza dati, programmatori SW, informatica da ufficio, multimedia e WEB 2.0), l’ambito socio-educativo, l’ambito socio-sanitario, il restauro e la falegnameria, la sostenibilità e analisi ambientale, il fotovoltaico e la crescita personale.

Per ogni filiera professionale erogata da ENGIM Piemonte sono presenti specifici laboratori e attrezzature e sono state impostate strette relazioni con le imprese del territorio, stipulando convenzioni per stage formativi e apprendistato, promuovendo incontri e confronti formali e informali per l’analisi dei fabbisogni formativi e la continua taratura dei percorsi formativi. Sono molti i corsisti che vengono inseriti positivamente nel mercato del lavoro, in attività coerenti con quanto appreso nel corso di formazione. Allo stesso modo opera con i servizi territoriali per quanto riguarda le attività rivolte a soggetti svantaggiati, per i quali ENGIM Piemonte è da tempo interlocutore stabile. 

Negli anni sono state avviate diverse collaborazioni per offrire le strutture e le attrezzature dell’ente per la formazioni aziendale. Tra queste si evidenzia la recente costituzione, nel 2019, della Gerla Academy: rispondendo alla sempre maggior richiesta di figure qualificate nel settore ristorativo, ENGIM Piemonte avvia questa Academy nella sede degli Artigianelli a Torino, in collaborazione con importanti gruppi della ristorazione e della pasticceria piemontese, oltre ad alcuni ristoranti "stellati". Con un percorso mirato, Ente e impresa si coordinano sul piano professionale ed educativo per reclutare e formare giovani talenti, assunti sin da subito in apprendistato di primo livello.

A partire dal 2012 intensifica le proprie attività rivolte alle imprese organizzando corsi finanziati attraverso i fondi interprofessionali e a libero mercato nell’ambito della sicurezza e nelle principali filiere di expertise dell’ente.

Dal 2016 ENGIM Piemonte sperimenta con successo l’applicazione del Sistema Duale introdotto con la legge n° 107/2015 che ha sistematizzato l'alternanza scuola-lavoro nei percorsi del secondo ciclo, introducendo l'obbligo per gli studenti dell'ultimo anno, nei corsi Obbligo di Istruzione, a svolgere in alternanza un monte ore minimo.           

Ha esteso dunque la propria offerta formativa con corsi nei quali viene adottata questa modalità di erogazione ed in particolare i modelli didattici dell’impresa formativa simulata, l’alternanza scuola lavoro e l’apprendistato di primo livello. 

Nel 2018 ENGIM avvia due percorsi IFTS (Istruzione e Formazione Tecnica Superiore) in collaborazione con Facoltà Universitarie e Istituti Superiori che riguardano l’ambito agroalimentare e ICT, attività che prosegue tuttora.

Sempre nel 2020 l’ENGIM, dal livello nazionale ai livelli regionali, si trasforma da associazione a fondazione con l’obiettivo di dotarsi di una struttura organizzativa più “solida” e al passo con i tempi. 

Cogliendo l’opportunità offerta dalla riforma del terzo settore per ripensarsi e migliorare il suo servizio ai giovani e meno giovani alla ricerca di un lavoro o di una riqualificazione professionale, ha avviato l’iter che porterà ENGIM ad assumere la qualifica di Ente del Terzo Settore, perseguendo le finalità NO PROFIT espresse nella nuova riforma del settore. É in fase di conclusione la procedura che porterà ENGIM Piemonte all'iscrizione al RUNTS (Registro Unico Nazionale del Terzo Settore). 

Nel 2020 per far fronte alla pandemia COVID-19 riorganizza velocemente le proprie attività formative in modalità a distanza ed eroga con questa modalità oltre il 90% del proprio monte ore in tutti gli ambiti: dai corsi afferenti all’obbligo d’istruzione, ai corsi per disabili, ai corsi per gli adulti.