Progetti europei

ENGIM Piemonte – Artigianelli Torino e ENGIM Internazionale hanno gradualmente rafforzato le proprie competenze in ambito di fondi comunitari, sviluppando progetti che coinvolgono la sede e tutto l’ente. I progetti riguardano gli allievi e gli ex-allievi, ma anche il personale e quanti vengono in contatto con ENGIM a vario titolo. Nel corso degli ultimi anni abbiamo portato avanti progetti di Mobilità Transnazionale con il progetto Leonardo, partecipato ad attività innovative con altre organizzazioni europee attraverso i progetti GrundtvigLeonardo partenariati e Intelligent Energy Europe. L'ENGIM Internazionale progetta e coordina molteplici progetti anche nel monfo, finanziati da diversi enti come Regione Piemonte, Governo Italiano e Unione Europea. Nell'ambito dei fondi europei l'ente ha partecipato al programma SVE - Servizio Volontario Europeo.

Un’attività che si sta perseguendo è la partecipazione al “Bando Mobilità Transnazionale” della Regione Piemonte (finanziato dal FSE) sul quale ENGIM ha svolto attività di “scambio degli operatori della formazione e dei servizi al lavoro“, visitando esperienze di eccellenza in Spagna, Olanda, Regno Unito e Germania. Particolare accento è stato posto alle organizzazioni che si occupano di coniugare formazione e inserimenti lavorativi. 

Leggi qui sotto alcuni dei nostri progetti in corso.

PROGETTI IN CORSO

I progetti che stiamo seguendo sono finanziati da linee molteplici di finanziamento dell'Unione Europea. Uno di questi è il Programma Erasmus+ (precedentemente chiamato Youth in Action), e permette ai giovani fino ai 31 anni di età di svolgere un periodo di volontariato all'estero da 2 a 12 mesi, nei settori della solidarietà, del sociale, dell'ambiente e dello sviluppo. Engim Piemonte promuove direttamente progetti SVE in qualità di ente di invio, ma è anche partner di invio di progetti SVE presentati da FOCSIV.

Con la collaborazione di "Partenariati Strategici"si tratta di erogare attività che hanno l'obiettivo di supportare il miglioramento della qualità dell'offerta di istruzione e formazione professionale promuovendo la cooperazione tra organismi. Ciò viene raggiunto sviluppando, implementando e trasferendo pratiche innovative nelle organizzazione a livello locare, regionale, nazionale ed europero.

  • PROGETTO CULTURA I NÔ BALUR – Uma Estratégia de Educação para a Cultura na Guiné-Bissau

06/2016-05/2020, luogo di intervento: Guinea Bissau. Costo totale del progetto: 1.163.734,33 €. Il progetto è coofinanziato dall'Unione Europea ed ha come obiettivo la promozzione del patrimonio culturale della Guine Bissau in modo inclusivo e sostenibile. È previsto un ampio ventaglio di interventi nel sistema educativo formale e informale, Engim dovrà collaborare con una rete di artigiani locali che producono oggetti di valore artistico e culturale e che, con il supporto dell'equipe di progetto, lavorerano per un miglioramento dei propri prodotti. L'incubatore Engim avrà il compito di aiutare a strutturare il loro lavoro come vere e proprie imprese, attraverso un ciclo di formazione sul business plan e poi con accompagnmento di tutor specializzati. Engim promuoverà i prodotti realizzati tramite le proprie botteghe del commercio equo solidale. Capofila del progetto: FEC e dai Partner: ENGIM, Faculdade de Cinências de Educaçåo da Universidade Católica da Guiné-Bissau, Instituto de Educaçåo da Universidade de Lisboa, Afectos come Letras, Associaçåo deEscritore da Guiné-Bissau.

  • PROGETTO SEAL - See and Learn

09/18, durata di due anni e finanziato dal programma Erasmus+, azione KA2. Obiettivo: identificare, analizzare e sintetizzare modelli di successo legati all'apprendimento basato sul lavoro (WBL). Lo scambio delle buone pratiche e delle innovazioni portate avanti da ciascun partner del progetto verterà su diversi livelli di WBL (apprendistato, tirocini, sistema duale, on-the-job training...) In questo modo verranno messi a confronto i fattori di successo e le difficoltà. Il progetto conivolgerò 9 organizzazioni provenienti da Belgio, Bulgaria, Germania, Italia, Portogallo, Regno Unito e Spagna.

  • PROGETTO GGinYSC: Good Governance in Youth Sports Clubs

01/18, durata di due anni e finanziato dal programma Erasmus+ Sport, dall'Unione Europea e da altri due partner provenienti da Polonia e Spagna. Ha l'obiettivo di promuovere l'educazione nello sport, come strumento per proteggere gli atleti più giovani dai rischi connessi allo svolgimento di una pratica sportiva (doping, utilizzo di sostanze eccitanti, pressione genitoriale, depressione, bullismo, ecc). È rivolto a manager di società sportive, animatori sportivi locali, istituzioni che si occupano di sport. L'obiettivo finale è quello implementare, all'interno delle società sportive in particolare, un nuovo modello di governance. Il ruolo di ENGIM sarà quello di sviluppare una piattaforma e-learning per la formazione dei partecipanti al progetto. Per saperne di più cliccare QUI.

  • PROGETTO TAD: The Ability Advisor (Improving the tourism for all)

01/17, durata di 28 mesi e co-finanziato dal programma Erasmus+ dell'Unione Europea. L'obiettivo è quello di costruire, testare e promuovere un profilo professionale che supporti piccole e medie imprese turistiche nel promuovere un turismo per tutti e in particolar modo le fasce deboli. Il prodotto finale sarà un corso di formazione, sia online che in presenza, della durata di 80 ore e rivolto a 30 allievi provenienti dai 4 paesi partner (Lituania, Blegio, Portogallo e Italia) Per saperne di più clicca QUI.

  • PROGETTO "Engagement local et international pour l'enfance"

Progetto di servizio volontario eruopeo in Tunisia, della durata di 10 mesi presso la sede del partner locale "La Voix de l'Enfant Rural" a Medenine, organizzazione giovanile fondata nel marzo 2011 in seguito al periodo di rivoluzione tunisina; l'organizzazione ha l'obiettivo di promuovere attività di sensibilizzazione, per la tutela dell'infanzia e la solidarietà all'interno della società, per contribuire a un generale miglioramento delle condizioni di vita dei giovani e dei bambini nelle aree rurali del paese. Il partner ospitante collabora nella gestione di un centro giovanile nel quartiere, che lavora in accordo con le scuole primarie e secondarie presenti e con gli altri servizi municipali, con l'obiettivo di aumentare la qualità di vita dei minori e dei giovani, offrendo loro opportunità di crescita e supporto scolastico al fine di prevenire o limitare la dispersione scolastica e la migrazione indiscriminata. I volontari hanno realizzato le seguenti attività: attività scolastiche all'interno di istituti educativi di vario tipo; produzione di materiali formativi, attività ludiche, sportive, artistiche e ricreative extrascolastiche; lavoro di animazione di strada nel quartiere; lavoro d'ufficio, logistico e di pianificazione delle attività.

  • PROGETTO DEV Reporter - "Comunicare in rete per lo Sviluppo"

Il progetto pone le basi di una rete europea trans-regionale (Catalogna, Rhône-Alpes e Piemonte) di giornalisti, universitari e enti della cooperazione internazionale, che lavora al fine di favorire la destrutturazione e il superamento degli stereotipi che infarciscono l'immaginario legato alla cooperazione internazionale; rendere più semplice e accessibile la comprensione delle questioni complesse legate allo sviluppo globale e alle sue implicazioni; migliorare la qualità dell'informazione veicolata dai media e della comunicazione attuata dagli enti di cooperazione internazionale. In definitiva si vuole arrivare a dare la consapevolezza necessaria per maturare uno spirito critico e attento, nonché un impegno di cittadinanza attiva, per la creazione di relazioni più eque tra i paesi del mondo. Capofila del progetto: FCONGD - Federazione Catalana di Ong per lo sviluppo - Spagna, Barcellona. Partner: RESACOOP - Rete Rhône-Alpes di appoggio alla cooperazione internazionale - Francia, Lione, COP (di cui è socio ENGIM Piemonte), Università di Torino, Associazione Stampa Subalpina, Regione Piemonte - settore Affari Internazionali, CoCoPa

Engim Piemonte è stato premiato nell’ambito del “DevReporter Grant: un bando per reportage sulla cooperazione”, con il reportage Guinendadi.

 

Per qualsiasi informazione la referente per i progetti di ente da contattare è Roberta Richiero. Per visionare l'elenco completo dei progetti, compresi quelli conclusi, si rimanda direttamente alla pagina di ENGIM Artigianelli QUI, mentre per visionare i progetti legati all'internazionale si rimanda al rispettivo sito QUI. Referente da contattare per maggiori informazioni: Mariangela Ciriello